feed rss Feed RSS     Newsletter Newsletter
 
 
 
Architettura in Valle d'Aosta vol.1

Architettura in Valle d'Aosta vol.1

Il Romanico e il Gotico

Cartonato con sovraccoperta plastificata a colori inserito in elegante astuccio grigio, formato cm 18x25, pagine 400
ISBN 978-88-8068-024-6
 


Dalla costruzione della cattedrale ottoniana alle committenze di Ibleto e Bonifacio di Challant 1000 - 1420

Questo libro è il primo di una serie di tre volumi che si propongono di illustrare l’architettura della Valle d’Aosta nell’arco del nostro millennio, dall’anno Mille fino all’inizio del XX secolo.
Viene affrontata l’analisi dei quattro secoli di particolare rigoglio (dal 1000 fino al 1400 circa) che vedono l’affermazione del Romanico e lo sviluppo del Gotico dalla sua apparizione a sud delle Alpi fino alla sua fase tarda, cortese e cosmopolita.
Accanto allo studio dei più celebri esempi di architettura militare, religiosa e residenziale, vengono fornite letture e interpretazioni di monumenti oggi scomparsi oppure poco conosciuti e studiati, raccogliendo i dati documentari fin qui rintracciati; insieme, soprattutto, si cerca di riassumere il corpus dei materiali e ricerche elaborati sull’argomento dagli storici e dagli specialisti fin dal secolo scorso.

Tentando di fornire della materia quella visione unitaria e sistematica che fino a questo momento mancava, il volume non si limita ad approfondire lo specifico tecnico e linguistico dell’architettura, ma ne indaga le connessioni più ampie con gli eventi politici e storici, ricostruendo, tramite le personalità dei committenti più significativi e le loro relazioni anche internazionali, il clima sociale complessivo in cui l’architettura si è sviluppata.
Viene proposta infine una documentazione iconografica di grande ampiezza e varietà in cui rari materiali ottocenteschi provenienti da diversi archivi, fotografie attuali spesso appositamente eseguite, disegni tecnici, ricostruzioni grafiche, dettagli e vedute di insieme si confrontano nell’intenzione di offrire al lettore tanto un’immagine significativa dei singoli monumenti, quanto una visione di insieme del contesto culturale e artistico e del momento storico che ne hanno determinato la realizzazione.


La Valle d’Aosta come entità politica, sociale ed economica è già in corso di formazione negli anni attorno alla fine del primo millennio della nostra era. Da quel momento la diocesi di Aosta e il feudo sabaudo, vale a dire la struttura amministrativa religiosa e quella laica, coincidono in un’area geograficamente definita, abitata da una popolazione di cultura omogenea. Per mille anni fino ad oggi i confini della regione non sarebbero di fatto mutati ponendosi come limite amministrativo ma anche come estremi costanti di un campo esemplare per ogni forma di ricerca storica.
Questo libro si propone di sfruttare i vantaggi forniti da questo campo – la sua omogeneità e la sua unitarietà – analizzando un settore specifico del suo sviluppo storico, quello dell’architettura, nell’arco dei quattro secoli che ne hanno visto la prima formazione e il consolidamento. Operando sui molteplici frammenti superstiti, l’Autore traccia le linee di una struttura complessiva in cui, per la prima volta, la più nota produzione dell’architettura militare e dei castelli viene posta in relazione con i monumenti religiosi e con le infrastrutture urbanistiche e territoriali, alla luce del quadro storico, culturale e artistico definito dalle ricerche più recenti.
 
Desideri essere aggiornato sulle nostre novità editoriali?

feed rss Iscriviti al feed RSS
Newsletter Iscriviti alla Newsletter
Questo sito rispetta gli standard di accessibilità
stabiliti dal consorzio internazionale W3C
XHTML Valido
CSS Valido
Credits
© 2017 Priuli & Verlucca, editori
Scarmagno (TO)
P.Iva e Codice Fiscale: 00870160017
realizzato da Bielleweb
Dati fiscali societari
Privacy
Cookie Policy