feed rss Feed RSS     Newsletter Newsletter
 
 
 
Dio non guarda l'orologio

Dio non guarda l'orologio

Prefazioni di Massimo Gramellini e dell'Arcivescovo Cesare Nosiglia.
Presentazione di Norberto Bobbio.

Cartonato con sovraccoperta plastificata a colori, formato 14x21,5 cm

ISBN 978-88-8068-540-1
novità
 

Recensioni

Estratti



Dicono i Padri della Chiesa che è teologo solo chi prega. Fare teologia non significa ragionare in modo astratto su Dio, avere idee brillanti per spiegare che cos’è la Santissima Trinità e che cosa c’entra con il mondo e con la vita. Il teologo, per i Padri, è colui che nella preghiera ha fatto esperienza di Dio e ne è stato trasformato, e che vive cercando di realizzare nella sua limitatezza umana l’immensità dell’amore che gli è stato donato.
Per questo motivo il libro di Ernesto Olivero è un libro di teologia: perché parla d’amore.
L’autore è un «teologo» che ha reso vita vissuta e concreta ciò che porta nel cuore, e che ha deciso di raccontarlo, nel modo semplice, scarno ed emozionante, che solo la verità conosce. Scelte difficili, scommesse che nessun altro avrebbe raccolto, persone dure, storie sconvolgenti: non c’è niente che faccia paura a quest’uomo che prega, forte di una forza non sua.
Dio non guarda l’orologio è il racconto avvincente di un uomo la cui vita è stata cambiata dall’incontro con Dio; è il racconto di cosa succede quando qualcuno risponde all’appello e vive nella pratica quotidiana l’essenza pura del cristianesimo, mettendosi perennemente in gioco.


Sommario

Nota
Prefazioni
Alla base c’è il Sermig

Introduzione
Presentazioni

Vieni e vedrai
Entrare senza bussare
Il tradimento non abita qui
24-5-64: inizia l’avventura
La carezza di Dio
Un esempio in casa
Il buon giorno non sempre si vede dal mattino
Mentre sognavi la libertà
La tentazione di ingrandirsi e la volontà di Dio
La mia vita in un sogno
Se tornassi indietro
L’assegno strappato
Resto al Sermig
Il padre piccolo
Un concerto da «io c’ero»
Un cantante fra le sbarre
Francesco Carcano
Le cicale
Un bambino del Brasile
Un amico di nome Francesco
Un’amicizia libera da interessi
In pellegrinaggio per 687 km
Incontri
Coraggio di una strada
Pregando al Sermig ho visto l’intervento di Dio
Dio si serve di tutti
Chi cerca è trovato sempre
Da falso turista nella Polonia in stato d’assedio
Alluvione e solidarietà
Passaggio per il Paradiso
Perdonare è vivere
Loro avevano ubbidito
Un cane di nome Tobia
In cima ai miei pensieri
La vedova di Follonica
Girai l’orologio
La fiducia non muore mai
C’è il Paradiso per chi non ha conosciuto una carezza
Storia di Sergio
Storie di giovani insignificanti
Mamma Pina e suo marito
Con tanta paura e tanta preghiera
Un non credente mio maestro
Lei non sa chi sono io!
Un angelo per la nostra casa
L’Arena di Verona
Il sogno di nonna Lucia
La prima paga
Una liceale con compagna la paura
Ama tutti e lasciati amare
Porto Azzurro
Un santo nel palazzo
La mia professione di papà
Cerco un sicomoro per vedere il Papa
Un uomo che ha imparato a vivere da vivo
Il nostro primo artigiano della pace
Un pastore valdese
Lo Spirito soffia dove e quando vuole
La Madonna della riconoscenza
«Spero da voi giovani una rivoluzione d’amore»
Ho viaggiato con Gesù
Un padre che si lasciava chiamare figlio
Se fossi stato uno di loro
Da Padre Pio a Francesco
Il «Molleggiato» e la giornata lavorativa per i lebbrosi
L’ultimo «687 km di speranza»
Un’operazione al cuore
La sfida della reciprocità
Un maestro nascosto
La comandante partigiana
La sincerità a tutti i costi
La pace del Golfo
Il Vescovo emblema della nonviolenza
Una cattolica tutta d’un pezzo
Il silenzio dei fatti
La mia famiglia
Presidente, ci aiuta per un miracolo?
Una speranza negata
I rivoluzionari
Quando Padre Angelo morì
Il profumo di una presenza
La rabbia offerta
Speranza dietro le sbarre
Storia di Paolo
Lettera al Papa: obiettivo Sarajevo
Che cosa è l’amicizia
Non scaricare agli altri quello che non vuoi sia scaricato a te
Una lezione di pace nel deserto
Amici per la pelle
Una bara e 15 giorni
Il bene fatto bene
Beppe e Rinaldo: due modi di ricevere consigli
Taxi per me, latte per un bambino
Bambini come carte assorbenti
Il sogno interrotto
Quando l’impossibile non esiste
La vera laurea
Una vetrata apre alla vita
Il diavolo e l’acqua santa
Dio è buono
Un prete umile, modesto, amico dei giovani
L’amicizia di una donna
Il flauto e la chitarra
Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce
Imparando a essere genitori
Lo sai che ti vogliamo bene
Il gigante buono
Chi sa dire sì
La Madonna dell’Arsenale
Disposta a tutto, pur di far nascere il suo bambino
Dove si può ricominciare
Noi sappiamo per chi lo facciamo
I disgraziati erano suoi amici
Per provare la mia fede
Una sera in tv e due incontri
Adesso ho un’altra figlia
Quando si parla con le lacrime
Ma è sempre Sessantotto
Sono diventato nonno
La scelta
Scemo!
Dopo la paura cos’è rimasto…
Le due Carle
Facce che parlano
Per Elisa
Quando le apparenze ingannano
Come si perdono tanti volontari
Art is life
Allora cosa giro?
Dal dubbio al sorriso
Un servizio nel servizio
Come l’esattore del Vangelo
Quando lavoravo con i miei «compagni»
Svizzera e dintorni
Il signor Nessuno
Giapponese con i giapponesi
Si può dire di sì anche nel silenzio
I buoni Samaritani
Un dramma indimenticabile
L’assicuratore
Il farmacista
23 dicembre 1994: trent’anni in Sala dei Papi
Le radici della Fraternità
Caro amico
 
Desideri essere aggiornato sulle nostre novità editoriali?

feed rss Iscriviti al feed RSS
Newsletter Iscriviti alla Newsletter
Questo sito rispetta gli standard di accessibilità
stabiliti dal consorzio internazionale W3C
XHTML Valido
CSS Valido
Credits
© 2019 Priuli & Verlucca, editori
Scarmagno (TO)
P.Iva e Codice Fiscale: 00870160017
realizzato da Bielleweb
Dati fiscali societari
Privacy
Cookie Policy