feed rss Feed RSS     Newsletter Newsletter
 
 
 
ECCESSO DI MONTAGNA

ECCESSO DI MONTAGNA

Cartonato con sovraccoperta plastificata a colori, formato cm 14x21,5, pagine 304
ISBN 978-88-8068-593-7
Dopo Colpevole d’Alpinismo, vincitore del Premio Itas, torna Urubko con un nuovo libro

novità
 

Recensioni



«Questo libro è per me uno sguardo all’indietro. Mi tornano alla mente il freddo e il colore, il mio stato d’animo, i pensieri. E spero che anche a voi
non risulti indifferente questo sguardo attraverso il prisma della montagna. L’alpinismo è il filo sul quale ho infilato gli eventi, istituendo parallelismi,
valutando e ponderando la sostanza di quanto accadeva. Tutto in questo libro è legato alle scalate. Le montagne sono diventate il metro attraverso il quale tagliar via il superfluo dagli animi umani».

 

Denis Urubko ha al suo attivo oltre 1500 ascensioni, di cui oltre 40 in solitaria.
Dopo nove anni, nel 2009 conclude la salita di tutti i 14 Ottomila, ed è l’ottavo al mondo a salirli tutti senza ossigeno. In più ne sale cinque una seconda volta (nuove vie al Broad Peak, al Manaslu e al Lhotse, oltre al Makalu e al Gasherbrum II, prime ascensioni invernali).
Urubko offre agli appassionati di montagna e di grandi avventure himalayane questa sua ultima fatica solo pochi mesi dopo il suo grande tentativo, con Simone Moro, di scalare per la prima volta il Nanga Parbat d’inverno.

Anche questa volta Denis Urubko sceglie gli argomenti da raccontare: dal suo vastissimo e ventennale archivio di avventure trae gli episodi non in ordine temporale e neppure geografico, bensì quelli che sono legati dal sottile filo dell’esperienza personale, a gruppi omogenei solo nel suo ricordo. Il risultato è come un lungo discorso che l’autore ci fa, seguendo magistralmente il disordine che un uditorio evoluto ha bisogno di scorgere e vivere. Come in una sera davanti al camino.

Alcuni riconoscimenti a Denis Urubko
1. Snow Leopard per aver salito tutti e 5 i Settemila metri dell’ex Unione Sovietica, nel tempo record di 42 giorni.
2. Quattro volte Champion of Kasakhstan alpinism.
3. Best climber of Kazakhstan nel 1998 e 1999.
4. Champion of Kazakhstan 1997, 1998, 1999 nell’ascensione in velocità del Pik Amangeldy 3999 m.
5. Record mondiale di salita all’Elbrus in Caucaso in velocità (14 settembre 2006) 3 h 55’ 58” da Azau a 2400 m fino sulla vetta dell’Elbrus West a 5642 m.
6. Asian Piolet d’Or 2006: per la nuova ascensione sulla parete nord-est del Manaslu, con Serguey Samoilov.
7. Asian Piolet d’Or 2009 e Piolet d’Or 2010: in cordata con Boris Dedeško, per l’incredibile via nuova aperta sulla parete sud-est del Cho Oyu.
8. Asian Piolet d’Or 2011: in cordata con Gennady Durov per la salita alla parete nord del Pik Pobeda, nella catena del Thien Shan.
9. Vincitore del Cardo d’oro al Premio ITAS di letteratura di montagna 2011 con il libro Colpevole d’alpinismo.
10. Asian Piolet d'Or alla carriera per l’alpinismo 2012.

 
Desideri essere aggiornato sulle nostre novità editoriali?

feed rss Iscriviti al feed RSS
Newsletter Iscriviti alla Newsletter
Questo sito rispetta gli standard di accessibilità
stabiliti dal consorzio internazionale W3C
XHTML Valido
CSS Valido
Credits
© 2017 Priuli & Verlucca, editori
Scarmagno (TO)
P.Iva e Codice Fiscale: 00870160017
realizzato da Bielleweb
Dati fiscali societari
Privacy
Cookie Policy