feed rss Feed RSS     Newsletter Newsletter
 

Catalogo

Cerca

Novità e ristampe

Collane

I Licheni

E-book

Catalogo Editoriale

Catalogo Storico

Eventi e Novità

link www.sanpaolopatrimonio.it
 
 
Il piano delle streghe

Il piano delle streghe

fisica, diavoli, visioni, segnali

Cartonato con sovracoperta plastificata a colori, formato cm 17,5x25, pp 128, con inserto fotografico a colori
ISBN 978-88-8068-245-5
Disponibile in libreria

 

Recensioni

  • Guida.it
    Il piano delle streghe
  • La Guiga
    Il piano delle streghe
  • Lo Scarpone
    Se Torino viene considerata una città «magica», il Piemonte riserva nelle zone montane non pochi misteri come dimostra il libro di questo scrittore-cantastorie nato nel 1938 tra le montagne della val Vigezzo.Visioni e fantasmi, «morti che ritornano», inquietanti sogni premonitori costellano queste pagine spesso scritte in prima persona. Particolare importante. Il Piano delle streghe è una località alle falde del Gridone, in val d’Ossola, dove streghe e stregoni delle terre di confine tra l’Itaia e la Svizzera si riunivano per il grande sabba, orgia sfrenata alla quale partecipava attivamente sua maestà il Diavolo.

Estratti



Il Piano delle Streghe è una località alle falde del Gridone, in Val d'Ossola, dove streghe e stregoni delle terre di confine fra l'Italia e la Svizzera si riunivano per il grande Sabba, orgia sfrenata alla quale partecipava attivamente il "re del sesso", sua maestà il Diavolo. Tutte le vallate alpine disponevano di questo pianoro che ospitava gli incontri di quanti, donne e uomini, avendo abiurato Dio e la Madonna e profanata la Croce, erano ammessi allo Striamme, la congrega delle streghe.Ma non si parla solo di fattucchiere, fisica, diavoli e maliardi, in questo libro di Benito Mazzi, scorrevolissimo e coinvolgente, da leggere tutto in un fiato. Vi scopriamo un Piemonte del mistero che affascina e trascina con visioni e fantasmi, "morti che ritornano", inquietanti sogni premonitori e segnali di morte. Nelle rievocazioni dello scrittore ossolano non aleggia l'orrore o il raccapriccio, spira piuttosto una paura sottile, una tensione aspersa di sussulti, brividi e sorprese che incalzano, soggiogano e stupiscono, senza mai cedere al razionale, al volgare, allo scontato.

 
Desideri essere aggiornato sulle nostre novità editoriali?

feed rss Iscriviti al feed RSS
Newsletter Iscriviti alla Newsletter
Questo sito rispetta gli standard di accessibilità
stabiliti dal consorzio internazionale W3C
XHTML Valido
CSS Valido
Credits
© 2022 Priuli & Verlucca, editori
Scarmagno (TO)
P.Iva e Codice Fiscale: 00870160017
realizzato da Bielleweb
Dati fiscali societari
Privacy
Cookie Policy